Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2021

DOGMATISMO, BIGOTTISMO, TOTEM E TABU' DEL NOSTRO TEMPO di Mario Merola

Riceviamo e volentieri pubblichiamo da un compagno della giovanile del PC. Premessa. Questo pezzo o articolo non ha alcuna velleità teorica, né vuole ergersi ad analisi definitiva della situazione concreta ed attuale che il nostro campo sta attraversando. Per nostro campo si intende il campo socialista-comunista ove operano in maniera sparsa e confusa – salvo le dovute eccezioni – tutti quei partiti e movimenti che si proclamano comunisti e che aspirano alla trasformazione della nostra società in chiave socialista.  Dogmatismo e bigottismo: i mali assoluti.  Due morbi affliggono il nostro campo e sono appunto il dogmatismo e il bigottismo. Si tratta di due elementi o, per meglio dire, due atteggiamenti che chiunque si aspetterebbe di trovare nei fedeli di questa o quella congregazione religiosa e invece con grande sorpresa ritrova nel nostro campo. Il dogma è il marxismo-leninismo; il bigottismo è l'accusa di revisionismo tirata fuori ogni tre per due contro chiunque provi a fare u

QUANDO LA LOTTA PER LA DIGNITA' UMANA SI FA TRAGEDIA ALLORA CROLLA OGNI MISTIFICAZIONE DI UN SISTEMA CHE SI REGGE SULLA DISUMANIZZAZIONE di Nina Adilardi

  Abbiamo assistito all'ennesimo atto di violenza nei confronti dei lavoratori da parte di un sistema di produzione ormai del tutto anacronistico se si considera l'enorme progresso tecnologico e sociale raggiunto dall'umanità. Eppure si muore ancora per difendere il posto di lavoro!   Un atto grave da parte di un cittadino italiano, camionista, che venerdì 18 giugno ha ucciso, investendolo volontariamente con il suo tir, il sindacalista Si.Cobas Adil Belakhdim, mentre si trovava al presidio davanti ai cancelli della piattaforma logistica Lidl di Biandrate, in provincia di Novara, organizzato in ocasione delle 24 ore di sciopero nazionale dei lavoratori della logistica indetto per quel giorno.   In un comunicato dei Si.Cobas di qualche ora dopo la morte del sindacalista, leggiamo: “Non è stato un incidente.. Le cariche alla FedEx Tnt di Piacenza, gli arresti, i fogli di via e le multe contro gli scioperi, le aggressioni armate di body guard e crumiri a San Giuliano e

TRE CERVELLI IN UNO di Simone Lodovici

  Cari lettori e Care lettrici, Q uest'ultimo anno è stato particolarmente strano per tutto il genere umano. La pandemia di Covid-19, un evento di importanza tanto superlativa quanto epocale per la sua unicità, ha completamente scombussolato le abitudini della stragrande maggioranza delle persone, innescando nella società una serie di processi adattivi che hanno il conclamato scopo di renderci più flessibili e digitalizzati in vista della fantomatica "nuova normalità". Un segnale particolarmente positivo è che molte persone hanno intuitivamente riconosciuto che molte vicende, strettamente intrecciate con la realizzazione di questa *nuova normalità", siano ancora da chiarire ed approfondire, perché paradossali e contraddittorie già nella loro essenza. Tuttavia, seppur siano in molti ad aver notato un'incoerenza abissale fra le parole pronunciate, le statistiche redatte e le azioni compiute, la narrazione dominante continua a funzionare nel suo complesso , an

MORIRE DI VACCINO A 18 ANNI: COME IL PRINCIPIO DELLA CONSERVAZIONE DELL'INDIVIDUO SE N'E' ANDATO A FARSI FOTTERE di Filippo Dellepiane

  Dicesi nella logica classica che una deduzione è corretta se dalla verità delle premesse discende la verità delle conclusioni. Posto che:   a)  in Italia non ci sono casi di giovani morto sotto i 38 anni per il covid 19; b)  fare il vaccino, soprattutto per un giovane, significa rischiare la vita di più rispetto a contrarre il virus, qualunque sia l’incidenza delle reazioni; c)   tutte le campagne geopolitiche contro i vaccini russi e cinesi, che non sarebbero stati sperimentati abbastanza, sono del tutto ipocrite se poi ogni giorno su migliaia di persone viene testato un farmaco poco sicuro; d) in Gran Bretagna tutti i vaccinati già affollano gli ospedali perché, come già qualcuno diceva mesi fa, il virus è influenzale e quindi muta di continuo; e) il governo in Italia si sta macchiando di un ricatto che è davvero subdolo, usando bastone e carota per far vaccinare i giovani; f)   l’ex presidente dell’Ema ha dichiarato che non vaccinerebbe suo figlio con Astrazeneca,   ie

L'INSOSTENIBILE PESANTEZZA DEL POLITICAMENTE CORRETTO di Enrico Barone

  Negli ultimi tempi si sono inasprite le disuguaglianze economiche e sociali nel mondo, si è incattivita la società, sono aumentate le rivolte e la violenza dei cops in tutto il mondo e crescono le acredini fra i governi. Di pari passo è aumentata sensibilmente la necessità di dettare un ordine etico dall’alto verso il basso, una morale conforme e trasversale per tutto il globo, quello occidentalizzato intendo. Mai come negli ultimi tempi il mercato dei media ci informa continuamente su come dobbiamo comportarci in società, sulle parole da usare e quelle da evitare, sulle minoranze da difendere e rispettare, sui comportamenti accettabili e quelli da biasimare ecc. La morale individuale, mai così lontana come oggi dall’essere appannaggio del singolo, è fortemente plasmata sulle neo-ideologie nascenti alle quali deve sottostare, pena la diffamazione sociale e la gogna pubblica. Mi riferisco al dilagare del politicamente corretto e del buonismo, che non risparmia ormai nemmeno i comici